Deprecated: Methods with the same name as their class will not be constructors in a future version of PHP; WP_Categories_to_Tags has a deprecated constructor in /var/www/vhosts/biromode.it/httpdocs/news/wp-content/plugins/wpcat2tag-importer/wpcat2tag-importer.php on line 31
A Pitti Filati solo 4.900 compratori. In calo le presenze estere, tiene il mercato italiano – BiroMode

A Pitti Filati solo 4.900 compratori. In calo le presenze estere, tiene il mercato italiano

Pitti Filati 2009 Pitti Immagine, l’ad Napoleone: “Soddisfatti della sinergia con Pratotrade” A poche ore dalla conclusione di Pitti Filati le previsioni sull’affluenza indicano la presenza di oltre 4.900 buyers (5.500 all’ultima edizione estiva), con una buona tenuta del mercato italiano e una lieve, attesa, diminuzione delle presenze estere del 10% circa. Buone le performance di importanti mercati come Francia, Svizzera, Portogallo, Grecia e Taiwan, difficoltà maggiori arrivano da Giappone, Corea e Gran Bretagna. Al primo posto in termini di affluenza si conferma la Germania

Pitti Filati 2009

Pitti Immagine, l’ad Napoleone: “Soddisfatti della sinergia con Pratotrade”

A poche ore dalla conclusione di Pitti Filati le previsioni sull’affluenza indicano la presenza di oltre 4.900 buyers (5.500 all’ultima edizione estiva), con una buona tenuta del mercato italiano e una lieve, attesa, diminuzione delle presenze estere del 10% circa.

Buone le performance di importanti mercati come Francia, Svizzera, Portogallo, Grecia e Taiwan, difficoltà maggiori arrivano da Giappone, Corea e Gran Bretagna.

Al primo posto in termini di affluenza si conferma la Germania.

“Questa edizione del salone – afferma Raffaello Napoleone, Ad di Pitti Immagine – è andata molto bene, ben oltre le aspettative: le aziende ci hanno detto di aver avuto presenze di grande qualità. Abbiamo sentito una forte voglia di concretezza. Siamo molto soddisfatti anche della sinergia avviata con Pratotrade; il salone sui tessuti Prima-Moda Tessuto ha raccolto tanti consensi”.

Premiano la qualità e l’innovazione i buyer presenti. “La qualità del lavoro – afferma Giovanna Taiana Tully, team leader del product development knitwear Hugo Boss – e della ricerca fatta dalle aziende, come lo sviluppo del filo, le mischie intelligenti, mi hanno molto colpito. Segno che la crisi generale non va a penalizzare questi aspetti molto importanti per il nostro lavoro”.

In calo le presenze a Pitti Filati su Intoscana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: