Home  /  Notizie   /  Tacchi senza limiti e donne pronte a tutto

Tacchi senza limiti e donne pronte a tutto

Gli stilisti arrivano a 20 cm. «Ce lo chiedono le clienti» ma intanto negli Stati Uniti sono in aumento gli interventi chirurgici ai piedi

La verità è che i ’18’ non stupiscono più nessuno.
Parliamo di tacchi a spillo, una delle tasse che le donne devono pagare per essere belle, slanciate, notate, apprezzate, simpatiche, assunte ecc.
Il muro dei ’20’ (centimetri) è stato superato, di sicuro a livello psicologico – alle sfilate milanesi si sono visti anche i 19 sopra il livello del mare, come scrive Gian Luigi Paracchini – e sembra che molto presto sul mercato femminile, notoriamente mai sazio, saranno lanciati i nuovi sexy-trampoli che ti trasformano in una stangona taglia 180 se sei una “misera” 160.
Lo ha annunciato per esempio Christian Louboutin, stilista parigino, già apprezzatissimo per i suoi tacchi 15 e 18.
«So che possono essere dannosi per la salute – confessa -, ma le donne li vogliono».
DONNE DISPOSTE A TUTTO
Spese (e sofferenze) che le donne – alcune donne – paiono affrontare con un alto tasso di disponibilità. Secondo un articolo pubblicato sull’edizione europea del Wall Street Journal anche negli Usa le operazioni chirurgiche ai piedi sono in aumento.

LE SCOMODISSIME «CHOPINE»
Ma se nel 2008 parliamo di modelli che negli Usa toccano anche i 1.500 dollari, come quelli di Yves Saint Laurent, Marni, Manolo Blahnik e lo stesso Louboutin, il Wall Street Journal ricorda che la moda di camminare a qualche decina di centimetri da terra risale al nostro lontano passato. Il tacco come oggi lo conosciamo è un’invenzione di Salvatore Ferragamo, che negli anni ’50 ha disegnato il suo primo paio di scarpe alte nientemeno che per Marilyn Monroe.

Ma le donne dei secoli trapassati non erano meno vanitose e in Europa, nel 15° secolo, le donne portavano delle specie di sovrascarpe chiamate «chopine», con una zeppa di ben 28 centimetri.

Tacchi a spillo, altissimi e senza limiti
su Corriere.it

15/10/2008
Apre ‘Wine Fashion Florence’, connubio tra moda e vino nella terra della cultura
Vino e moda nella terra della cultura.
17/10/2008
Mostra di moda: A Milano Vivienne Westwood, la stilista "dissidente" fra eros e ideologia
A sedici anni Vivienne Westwood si manteneva vendendo lavoretti di oreficeria in Portobello Road;...

Leave a comment

Spedizione gratuita in tutta italia! Rimuovi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: